flickr rss
logomenu
INTRODUZIONE ALLA REALTÀ, ECCO COS'È L'EDUCAZIONE
Memos
 
2012
May
22
All'improvviso Dante, 100 canti per Firenze. Suddenly Dante
I ragazzi del Liceo hanno letto Dante a Firenze

Sabato 19 maggio, a Firenze, 16 studenti delle nostre terze hanno partecipato alla VII edizione di All'improvviso Dante 100 Canti per Firenze, performance corale e popolare dedicata alla lettura della Divina Commedia che trasforma cittadini comuni, personalità di spicco e scolaresche in appassionati cantori dell’opera dantesca, uno dei più grandi capolavori della letteratura mondiale.
Ci siamo preparati alla performance attraverso un percorso interdisciplinare di apprendimento e di educazione alla poesia e alla riscoperta della lingua di Dante, che ha inteso approfondire anche alcuni aspetti legati alla traduzione in lingua inglese della Commedia, diventata occasione di incontro tra le due lingue e ambito di reciproche e illuminanti scoperte.
I nostri studenti hanno letto in Piazza della Signoria il canto loro assegnato (Inferno XII) alternando la lingua italiana alla lingua inglese. Momento centrale della formazione è stato l’incontro a scuola con il direttore artistico della manifestazione, Franco Palmieri, che ha aiutato insegnanti e studenti a stare di fronte ai versi di Dante, evitando ogni enfasi recitativa per privilegiare invece il tratto visionario della parola dantesca. Una parola che nasce non dalla fantasia, non da un concetto o da un pensiero, ma dall’osservazione attenta e commossa della realtà. Una parola quindi che non va recitata, ma semplicemente “detta”, descritta come se fosse un quadro, seguendo l’incedere del movimento narrativo.
Nel palcoscenico dell’intera città di Firenze, abbiamo così vissuto da protagonisti la condivisione dell’immortale bellezza della Divina Commedia, tornata ad essere viva nel cuore e nella mente di tutti i compagni di questa avventura, in cui all’improvviso ogni passante si è trasformato in spettatore, dunque attore. Culmine della giornata è stata la performance corale del canto XXXIII del Paradiso quando sul sagrato del Duomo di Santa Maria del Fiore, insieme agli altri 1200 cantori, abbiamo vissuto e fatto rivivere, con sincero stupore e gratitudine, i versi più belli e intensi del sommo poeta.
Benedetta Neri – Docente di Inglese