flickr rss
logomenu
INTRODUZIONE ALLA REALTÀ, ECCO COS'È L'EDUCAZIONE
Memos
 
2013
Oct
17
La lezione di Luigi Nicolais
Il grande valore della ricerca
La lezione di Luigi Nicolais, Presidente del CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche
è stata ripresa e commentata anche da alcuni importanti mezzi di comunicazione:
Agenzia Dire
Corriere di Bologna




"Scienziato di fama mondiale, inventore di 13 brevetti internazionali e di 18 nazionali, già ministro della funzione pubblica, docente universitario, esperto di nanotecnologie. Tutto questo è Luigi Nicolais, protagonista di una lezione tenutasi al Liceo Malpighi per gli alunni delle quarte e quinte scientifico. Come sempre più spessoaccade in questa scuola, alcune lezioni durante l’anno sono tenute da studiosi di chiara fama e riguardano aspetti importanti o
avvincenti di quel mondo che vive al di fuori delle mura scolastiche e immersi nel quale gli alunni dovranno prepararsi a vivere, indipendentemente dal percorso di vita che sceglieranno. L’argomento dell’incontro – le nanotecnologie – ha proiettato gli studenti in un cosmo di oggetti di uso comune e di altri straordinari, ma tutti accomunati da un’attenta e continua ricerca sulle strutture e i materiali tale da renderli sempre più efficienti per lo scopo per il quale sono progettati. L’aspetto più interessante è che la gran parte delle ricerche inizia osservando quanto accade in natura, dove il nostro corpo caduco o inattesi organismi risultano in grado di costruire strutture di altissima qualità e duttilità. Ne è un esempio la tela del ragno (leggera, flessibile ma estremamente resistente), che è stato spunto per gli attuali compositi in fibra di carbonio che trovano applicazione, tra le altre, in protesi, auto e ormai tutti gli aerei. O le nostre ossa, la cui complessa ed efficiente struttura interna ha fornito l’idea per la costruzione di caschi resistenti e leggeri al tempo stesso o il quasi sconosciuto liquido sinoviale, di cui sono ricche le articolazioni, in grado di comportarsi come un liquido a basse sollecitazioni e come un solido se sollecitato energicamente. Questo significa che il materiale sviluppato copiando il liquido delle articolazioni, Hyalgan, si presenta come una piscina (un sorprendente filmato lo ha confermato) nella quale si affonda se ci si muove lentamente, ma sulla quale si può “camminare” a passo deciso. Sembra fantascienza, ma è proprio questo il costituente delle suole delle attuali scarpe da corsa: comode e avvolgenti al passo, ma più rigide quando si corre. In campo medico, la nuova frontiera delle nanotecnologie è quella di riuscire ad educare le cellule a crescere secondo determinati criteri, su uno scheletro precostruito, per sostituirsi a tessuti lesi: è il caso dei nanomateriali bioattivi. Il messaggio che ha lasciato Nicolais, a conclusione dell’incontro, è che occorre una grande specializzazione delle competenze e una vastità di saperi (le molte parti di un aereo civile vengono costruite in molti posti dispersi nel mondo, ma estremamente specializzati), ma ancor di più una elevata capacità di dialogare, per unire le varie anime di un progetto o di una ricerca. È così che un istituto superiore, con le molte discipline trattate e una spiccata attitudine al dialogo tra docenti, compagni e istituzioni, può diventare una buona palestra per affrontare gli scenari del mondo futuro."
Prof. Giovanni Nicotra