flickr rss
logomenu
INTRODUZIONE ALLA REALTÀ, ECCO COS'È L'EDUCAZIONE
Memos
 
130 anni di scuola a Bologna
Don Antonio Costa fonda il Ginnasio G. Mezzofanti presso la Parrocchia di S. Martino Maggiore a Bologna.
Da subito si distingue per il consistente numero di insegnanti laici, alcuni dei quali sono anche docenti universitari.

Dopo alcuni anni nella sede di via S. Alò, la scuola passa in gestione ai Padri Filippini, si sposta in via Monari e prende il nome di Marcello Malpighi.

Accanto al Ginnasio prende avvio l'Istituto Tecnico.
Per un certo periodo, la sede torna ad essere in via S. Alò.

Diviene preside Mons. Eutemio Grandi che, per 40 anni, segna profondamente la vita della scuola e della città con la fede ed il proprio carisma educativo.

Il Malpighi si sposta in Corte Galluzzi.

Il Malpighi assume la struttura definitiva di Liceo Scientifico.

La scuola si trasferisce nell’attuale sede di via S. Isaia.

Apre il Liceo Linguistico
La Fondazione Ritiro S. Pellegrino diviene ente gestore del Malpighi. Alcuni docenti, sostenuti con forza dal presidente Mons. Benazzi e S.E. Card. Biffi, rilanciano la proposta educativa del Malpighi.

Nasce il Liceo Economico Europeo.
La proposta didattica è frutto della stretta collaborazione tra la scuola ed esponenti del mondo universitario e imprenditoriale.

Fin da subito vengono messe a disposizione alcune Borse di Studio da imprenditori e privati.
Il Cav. E. Montanelli, per primo, investe sull’idea che il Malpighi fornisca un servizio realmente pubblico, aperto a tutti, senza discriminazioni di reddito.

Nascono il Liceo Scientifico ad indirizzo “Ricerca” e il Liceo Linguistico ad indirizzo di “Comunicazione Europea”.

Diviene preside Elena Ugolini.
Apre la Scuola Media con l’idea di puntare sulle materie “fondanti” come l’Italiano e la Matematica, di curare l'acquisizione di un'ottima padronanza dell'Inglese senza trascurare la parte di laboratorialità in Musica e Arte.

Viene completamente ristrutturata la sede dei Licei di via S. Isaia, costruita una nuova palestra e nuovi laboratori.

Nasce il Progetto Bologna Rifà Scuola che intende riportare l’educazione al centro dell’attenzione.

Viene inaugurato il Polo Didattico di via Audinot con la nuova Scuola Media e il Centro Specialistico per l’Apprendimento.

La realizzazione del Polo Didattico viene sostenuta dalla Fondazione CARISBO con l’impegno del prof. Roversi Monaco e dai fondi del progetto Bologna rifà scuola

Nasce Martino Ti orienta, il progetto orientamento rivolto a tutti i ragazzi di quinta superiore di Bologna e provincia.

Con il sostegno di S.E. Cardinale Caffarra, il Ritiro San Pellegrino, con il presidente don G. Porcarelli, rileva le storiche Scuole Visitandine a Castel S. Pietro Terme e lì apre il Liceo Scientifico Scienze Applicate.

Sempre nel 2008 la Fondazione Ducati e il Liceo Malpighi realizzano Fisica in Moto: il laboratorio didattico interattivo di Fisica dedicato agli studenti delle superiori.

Il Malpighi, tra le prime scuole in Italia, presenta il proprio Bilancio di Missione.

A Bologna prende avvio il Liceo Scienze Applicate e a Castel S. Pietro Terme il Liceo Sportivo.

Viene inaugurato il Malpighi La.B: il laboratorio di informatica, robotica e automazione, design e progettazione 3D a disposizione dei ragazzi del Malpighi.
Primo partner e sostenitore del Malpighi La.B è la famiglia Bonfiglioli.

Il Malpighi, prima scuola italiana, diviene sede accreditata per lo svolgimento del test S.A.T..

Le Scuole Malpighi crescono.
La Fondazione Ritiro S. Pellegrino diviene ente gestore delle Scuole Elisabetta Renzi di Cento, una preziosa e vivace realtà educativa con una Scuola per l'Infanzia, una Scuola Primaria ed una Secondaria.


Il Malpighi La.B ha una nuova sede che sarà a disposizione di tutti i ragazzi della città.
Primo partner e sostenitore del Malpighi La.B è la famiglia Bonfiglioli.