flickr rss
logomenu
INTRODUZIONE ALLA REALTÀ, ECCO COS'È L'EDUCAZIONE
Memos
 
Scuola paritaria: servizio pubblico


"Si sono appena conclusi gli esami degli studenti di quinta Liceo e di terza media.
Gli esiti sono stati buoni, in linea con quelli degli altri anni, ma il risultato più grande è stato sicuramente un video che i ragazzi dell' ultimo anno del Liceo hanno inaspettatamente "regalato" ai loro docenti, per ringraziarli del percorso svolto.
Non è scontato che negli adolescenti prevalgano la positività e la gratitudine sulle obiezioni e le fatiche e per chi fa scuola non c’è indicatore migliore dell'utilità e della bellezza delle migliaia di ore di lezione vissute insieme ai propri studenti.

Abbiamo bisogno di persone aperte, curiose, capaci di sacrificio, pronte a collaborare, desiderose di costruire, disponibili a riconoscere quel che c'è, e pronte a lavorare per quel che ancora non c'è.

Lo diceva il prof. Stefano Zamagni commentando il nostro primo Bilancio di Missione, sei anni fa, quando parlava dello scopo della nostra scuola.
Quel Bilancio fotografava il Liceo Malpighi nell'anno scolastico 2008-2009 e dava alcune linee di sviluppo future.
Alcuni degli obiettivi che ci eravamo prefissati si sono realizzati andando anche al di là delle nostre aspettative: l'apertura di un Liceo delle Scienze Applicate e la costruzione del Malpighi La.B, l'introduzione della lingua Cinese come seconda lingua straniera e la segnalazione del nostro liceo come prossima Classe Confucio da parte dell'Istituto Confucio, la preparazione agli esami SAT all'interno dell'orario curriculare e il riconoscimento del Malpighi come prima scuola in Italia, sede ufficiale d'esami SAT e SAT Subject per l'ETS.

Con questo Bilancio di Missione, suddiviso in 6 diverse sezioni, intendiamo offrire uno sguardo complessivo su tutte le scuole Malpighi con l'obiettivo di condividere e rendere trasparente quel che abbiamo fatto grazie alle tante persone che, a diverso livello, hanno deciso di investire con noi sull'educazione e quindi sul futuro.

Elena Ugolini"