flickr instagram rss
logomenu
INTRODUZIONE ALLA REALTÀ, ECCO COS'È L'EDUCAZIONE
 
Il Blog dei Licei

Tutti i ragazzi dei Licei Malpighi di Bologna e di Castel S.Pietro Terme ogni mattina seguono le lezioni in diretta insieme ai loro compagni.
Desideriamo provare a raccontare questo "fare liceo".
Pubblicheremo qui solo alcuni "spunti" tra i tantissimi lavori che i professori con i loro studenti stanno facendo e siamo sicuri che quello che stiamo sperimentando diventerà un patrimonio che non andrà disperso.






"Occorre onorare di più la verità"
Le analogie e differenze tra i due grandi della filosofia greca antica: Aristotele e Platone. Così le ha introdotte il prof. Pezzini ai suoi ragazzi di terza liceo.







Receta del dia
Hoy preparamos una receta típica latinoamericana: las arepas.
La arepa es un pequeño pedazo de pan hecho con harina de maíz.
Receta de Rosa, 1BL Liceo Linguistico. Disfruta tu comida!










Malpighi home workout #2
Un'altra settimana, un altro allenamento con il prof. Albonetti. Performer: i ragazzi del Liceo Sportivo!








"Carpe diem" tutti i giorni, non solo in quarantena
Questi giorni a casa sono un’occasione per dedicarsi un po’ a se stessi, alla riflessione personale.



Oggi il mondo gira veloce, davvero troppo veloce. Avere questi giorni a casa non è solo un’occasione per stare con la famiglia, che non è scontato, ma è anche un’occasione per dedicarsi un po’ a se stessi, alla riflessione personale. Io, ad esempio, ho finalmente avuto il tempo di iniziare a scrivere su un quadernino i miei pensieri e le mie riflessioni, le frasi dei film e delle canzoni che mi piacciono, che mi parlano. È una cosa a cui, secondo me, ogni adolescente dovrebbe dedicare del tempo nella sua vita. Ho iniziato a leggere un libro che da tanto tempo era sul mio scaffale a prendere polvere, ho potuto guardare il film che avevo registrato sulla televisione ma che non avevo mai avuto tempo di guardare. La cosa sconvolgente è che, proprio per queste ragioni, a me pare quasi di essere in vacanza. Ma non lo sono. E rifletto sul fatto che queste attività dovrei avere il tempo di coltivarle non soltanto in un momento di vacanza, ma nella mia vita quotidiana. Questo mi porta a una riflessione sull’impiego del mio tempo; penso al trans in cui vivo di solito, alla mia vita piena ma frenetica che solo una tragedia come un’epidemia poteva interrompere, e che voglio cambiare dopo questo. D’ora in poi voglio andare con calma. Mi rendo conto che passo i miei giorni a correre inseguendo i miei impegni, così da essere coinvolta nel maggior numero di iniziative possibili: e questo riempie i miei giorni, come il mio tempo, e mi rende sinceramente felice. Però, in fondo, quasi non me le godo le cose che faccio! Stiamo studiando, in questi giorni, il Carpe diem di Orazio. Sfumato negli anni nel forse banale “cogli l’attimo”, il poeta ci sussurra all’orecchio una verità più che attuale in questi giorni. Sradica, e spremi ogni giornata, perché “non si può” (Pascoli) chiedere del domani a nessuno. Correndo, questo è impossibile. La quarantena mi ha fermato. Ma ora sono io che voglio rimanere ferma, e ricominciare col mio ritmo."
Giuditta di IV Liceo









Barren landscape full of rocks,
monotonous, monochrome dunes,
no living trace

Una studentessa inglese della prof. Mara Ferroni ha dato forma al senso di solitudine di questi giorni.



The Camel
The camel lumbers through the endless expanse,
the scorching rays beating his back.

Barren landscape full of rocks,
monotonous, monochrome dunes,
no living trace,
a camel’s languid pace.

He plods on and on,
straggles and dallies away,
dragging his unbearable weight.

There is no end to his endless torment,
the dust and sand blind his sight,
he rambles straight,
his existence in the hands of,
fate.




Una sera tra amici: con Putin, Maradona e Mr. Muscolo
Il prof. Paoletti racconta una sua serata in compagnia di colleghi e studenti



Alcune sere fa noi professori abbiamo deciso di trascorrere del tempo insieme agli studenti di 3CS per una serata giochi virtuale. Pur essendo una modalità nuova per tutti, è stato grandioso.
Un gioco semplice, "Famiglie": ognuno deve scegliere un personaggio famoso e indovinare il personaggio scelto dagli altri. Man mano si creano dei gruppi (Famiglie, appunto) e vince il gruppo più numeroso. Abbiamo respirato un'aria bella, genuina. Abbiamo riso, ci siamo divertiti. Avevamo tutti bisogno di passare del tempo bello insieme. E abbiamo (ri)scoperto che la scuola è anche questo: condividere ogni aspetto della vita, anche il gioco, anche in questa situazione.
Appuntamento a una nuova partita dai prof. Paoletti, Diodati, Di Girolamo, Minghetti, Rastelli e Brunetti.
(A proposito, ha vinto la Famiglia del prof. Minghetti!)







SShh!
La vita dei nostri alunni è cambiata in un attimo come non accadeva da decenni. Assieme a una foto, alcune righe di una studentessa di IV AS della prof. Mara Ferroni



"Circondati dal silenzio di una realtà congelata, ci siamo ritrovati chiusi nelle nostre case. Ed è proprio qui che, giorno dopo giorno, nel silenzio che ci era concesso, ho riscoperto i rumori e i piccoli gesti della mia casa, della mia famiglia. Ci sono sempre stati, ma io non ero sempre pronta a coglierli.
Mi raccomando: prima di tagliare l'erba, raccogli le viole..."



#fermentatoriselvaggi
A casa, i ragazzi di 2BS danno avvio ad un lungo esperimento di chimica richiesto dalla prof. di Scienze Zanforlin.
(Nelle prossime settimane vi mostreremo i risultati...)





"Da sempre l’uomo ha saputo sfruttare, senza saperlo, i batteri “buoni” della fermentazione con la quale riusciva a conservare il cibo (ben prima del frigorifero!).
L'uso della fermentazione è diffuso ovunque e se ne conserva la tradizione perché molti piatti tipici delle varie aree del mondo (nord Europa, Medio Oriente, Oriente, ecc) sono costituiti da alimenti prodotti con lunga fermentazione.
Proviamo allora a fermentare!
Fermentare richiede pazienza e, in questo periodo particolare, la stiamo esercitando!"







Elena Ugolini, preside dei Licei di Bologna e Coordinatrice delle Scuole Malpighi



Valentina Di Pietro, preside dei Licei di Castel S. Pietro Terme

"I ragazzi fin da subito hanno dimostrato grande impegno nella partecipazione alle lezioni live e hanno messo in moto un'intraprendenza e un senso di responsabilità nuovi. In molti si sono resi conto del valore dell'essere insieme, hanno imparato a riferirsi ai docenti anche in questa situazione fuori dalla "norma", e hanno, così, riscoperto il desiderio di essere protagonisti dell'apprendimento.
Con i docenti, stiamo via via imparando una nuova modalità di lavoro collegiale che ci permetta di proseguire il nostro lavoro in questa circostanza sicuramente faticosa ma sfidante per tutti"

Buona lettura e buona visione!




Alexa, chi è Spinoza?
Avete voglia di scoprire come i ragazzi hanno conosciuto Spinoza? #iorestoacasa …non perderti il video del prof. Mazzoleni.







Crunch e plank: le parole chiave per il fitness!
#iorestoacasa ma non abbiamo più scuse! È l'ora di fare un po' di movimento con il primo video "Workout #1" del prof. Albonetti





 
^